Sulla community dei sito tedesco dei The Rasmus è stata pubblicata un’intervista risalente allo scorso novembre fatta a Lauri mentre era a Berlino per promuovere la raccolta Best of 2001-2009.
 
Nella parte inglese del sito potete leggere la trascrizione dell’intervista in inglese, mentre di seguito potete leggerne la traduzione in italiano; qui invece potete vedere alcune foto scattate quel giorno.
 
Domanda: Dopo così tanti anni ed etichette discografiche, come ti senti a realizzare un album. È difficile o pensi che ora…
Lauri: Beh, abbiamo appena iniziato. Abbiamo iniziato a registrare le nuove canzoni lo scorso lunedì.
 
Domanda: Davvero? Nel vostro stucio?
Lauri: Sì. È una cosa completamente diversa rispetto all’ultimo album ad esempio perché con l’ultimo album avevamo un produttore famoso, grandi studi, un sacco di soldi e un contratto coinvolto. Ma ora, non abbiamo niente. Non abbiamo nemmeno un contratto discografico! (ride) Si sta proprio bene, sai…siamo solamente un gruppo che ha proprio ora una sala per le prove molto buona e possiamo registrare se c’è una buona idea. Sembra molto fresco e reale. Quindi vediamo dove possiamo arrivare da soli. Se ce la facciamo a farlo perfetto, lo pubblicheremo così com’è. Se sentiamo come “inseriamo…sai, un dito medio” per metterlo a punto un po’, allora lo faremo. È una specie di passo dopo passo al momento.
 
Domanda: Quindi non avete niente in mente con nessuna casa discografica?
Lauri: No, tutto è aperto ma si sta bene…una specie di jam session con le idee senza troppa pressione.
 
Domanda: Pensi che potrà essere qualcosa di totalmente diverso senza pressione?
Lauri: Beh, non penso che potremo mai…nessuno ha dato le regole di come farlo. Cosa facciamo…questo tipo di musica, ma…ci sono state le influenze di Desmond Child per esempio. Ti sembra come se hai una specie di responsabilità verso di loro e…penso che stiamo andando verso diverse direzioni ora.
 
Domanda: Verso gli inizi!?
Lauri: Sì, forse.
 
Domanda: Hai mai pensato di tornare allo stile musicale che vi ha dato il successo mondiale? Come Dead Letters? O volete sviluppare verso un’altra direzione?
Lauri: Beh, al momento ci sentiamo di non pensare allo stile o cosa “dobbiamo” fare. Dobbiamo seguire le sensazioni di una canzone. Quando abbiamo una canzone inizia solamente con la chitarra. E quindi come: ok, pensiamo a cosa farebbe questa canzone perfetta? Non importa se è metal o pop o qualsiasi arrangiamento classico. Facciamola una buona canzone. È come ci sentiamo al momento.
 
Domanda: Cosa ti ispira a scrivere testi e musica al giorno d’oggi? È cambiato dall’inizio?
Lauri: Mh…no. Beh, sento che la qualità dei miei testi è cambiata. Nel passato le registrazioni erano scritte per l’album. Le grandi melodie, le drammatiche melodie… E ora sento che sarebbe veramente carino scrivere veramente in piccolo. Come questa piccola cosa minuscola che mi avvolge in qualche modo e ne scrivo una canzone al riguardo. E quindi la tendiamo alle persone. Se piace o no – non mi interessa. Ma le cose piccole possono essere anche molto interessanti. Persino più interessanti. E forse non è così piena di metafore. È più come un sentimento che ho. Che potrebbe essere la cosa con il prossimo album.
 
Domanda: Beh, riguardo le metafore…in Livin’ In A World Without You hai perso questa rosa nera. Cosa significa e sarai in grado di riprenderti la rosa in uno dei prossimi video? O la storia è finita?
Lauri: Oh sì, l’ho amata sul serio. Ho amato trovarla. Ma non penso che quella storia andrà avanti. È stata attaccata a quel cd ed è stato quello il suo tempo.
 
Domanda: Quindi, a proposito di October & April… da dove è arrivata l’idea o l’ispirazione per scrivere il testo e c’è un’altro artista con cui ti piacerebbe lavorare?
Lauri: L’idea per il testo all’inizio è arrivata dalla melodia, perché sembra proprio come una ninna nanna. Ed è in un certo senso ispirato da questa canzone finlandese per bambini. Non so se cel’avete anche voi, parla di questa creatura che vive nella foresta oscura e quindi incontra la fata che viene dalla luce e si innamorano. Ma sono l’opposto l’una dell’altro e non si possono avere. Quindi è una specie di storia di un amore proibito. Ed è circa la mia ispirazione: prendere gli opposti, una è l’estate e l’altro è il freddo inverso, ottobre ed aprile. Si vogliono l’un l’altro ma non si possono avere. Quindi si può dire che è stata ispirata da quella canzone per bambini.
 
Domanda: In Germania non abbiamo questo tipo di storie d’amore drammatiche per i bambini…solo cose stupide.
Lauri: Schnappi-schnappi-schnappi! (ride)
 
Domanda: Ci sono altri artisti con cui vorresti collaborare? Ce ne sono stati già alcuni…
Lauri: Beh, in questo momento è abbastanza per un po’. Non siamo quel tipo di gruppo che vuole fare solo quello. A volte hai una canzone che sembra come “wow, questa potrebbe essere un bel duetto” e per quello è così facile fare una chiamata e chiedere “ti divertiresti a farlo?”. Non c’è niente riguardo alla casa discografica che ti dice “hey, dovete fare questo”. È solo essere al livello dei fan ogni momento che abbiamo fatto una canzone assieme. Solo merda buona, sai! Forse ci sarà qualcos’altro nel futuro, ma è abbastanza per quest’anno.
 
Domanda: Cosa puoi dire dei rapporti interni al gruppo? Qual è il segreto dello stare assieme per così tanto tempo? C’è stato un momento in cui qualcuno voleva mollare il gruppo? O un grande litigio o qualcosa del genere?
Lauri: Niente così serio in realtà. Due ragazzi hanno lasciato il gruppo ma sembra che sono i quattro giusti ora. Siamo amici anche al di fuori del gruppo. Vado a pescare con Eero, fare cose fuori della musica, cenare con gli altri, andare a feste assieme. È un’amicizia così forte come una fratellanza. Non riesco a descriverla…è come se sapessi quello che provi per loro. A volte ho più a che fare con Aki, e poi sono più vicino ad Eero. Dipende da varie cose. Quando si è parlato di andare a pescare ho realizzato che sono più vicino ad Eero e andiamo a pescare assieme. Mi chiama alle 6.30 del mattino e dice “Andiamo!” – “Oooook!” (assonnato), che è pazzo ed è una cosa così fantastica quando cuciniamo il pesce assieme.
 
Domanda: Beh, se potessi essere in qualunque posto al mondo in questo momento. Dove vorresti essere e perchè?
Lauri: Non siamo mai stati in Australia. Ed in Nuova Zelanda.
 
Domanda: Ci sono molti fan che l’anno richiesto.
Lauri: Sì.
 
Domanda: E ci sono molti fan dal Sud America, specialmente dal Chile per il concerto cancellato.
Lauri: Beh, faremo questo concerto alla scuola… e potrà essere visto via internet.
 
Domanda: C’era anche una domanda di una ragazza che chiedeva se avevate pensato a qualcosa di speciale per questo concerto. C’è niente di programmato come… entrare sul palco con un cappello a forma di orsacchiotto o qualcosa del genere?
Lauri: Voglio dire, abbiamo avito solo due canzoni nostre quando abbiamo suonato quel concerto. Abbiamo suonato qualcosa dei Nirvana e suonato quella canzone per una trasmissione per adolescenti molto famosa. Questa specie di canzoni per scherzo. Ma non abbiamo ancora programmato niente.
 
Domanda: Qualche esperienza divertente con i fan a causa delle barriere linguistiche?
Lauri: Come non comprendersi? Beh, non mi viene in mente niente di speciale ma qualche volta nelle lettere dei fan…cosa scrivono in realtà significa l’opposto come…cercano di scrivere “amo il tuo gruppo” ma è un “il tuo gruppo fa schifo”.
 
Domanda: La prossima domanda è riguardo tutti i vostri bambini. Di piacerebbe se diventassero…cosa penseresti se vorrebbero avere il loro gruppo musicale o vorrebbero fare musica?
Lauri: Beh, farebbero un bel gruppo assieme! (ride) Come…Eero ha due femmine e noi altri abbiamo maschi…
 
Domanda: Pochi di più e avete una squadra di calcio.
Lauri: Sì, esatto! (ride)
 
Domanda: Hai mai sognato di fare un concerto in assenza di gravità?
Lauri: (ride) Siamo stati in assenza di gravità quando siamo volati in Russia. c’era un buco d’aria e l’aereo è caduto di un centinaio di metri circa. Tutti i bicchieri erano in aria e il vino rosso…sai! E ora ho ancora paura di volare. Sono contento che non si è rotto. Ed è stata una cosa divertente perché gli Scorpions e tutti erano su quell’aereo. Se fosse precipitato ci sarebbe stato un grande titolo nei giornali.
 
Domanda: Buddy Holly 2.
Lauri: Sì, ma la cosa riguardo volare è…è troppo sicuro. È così raro che qualcosa succede e muoiono molte più persone nel traffico come negli incidenti stradali.
 
Domanda: Ma se un aereo cade tutti muoiono nello stesso momento.
Lauri: Sì, e se succede, sai che non puoi fare niente…cazzo. beh, non parliamo di questo. (ride)
 
Domanda: Cosa pensi di tutta quella gente che (illegalmente) scarica la musica da internet invece di comprarla?
Lauri: Beh, il problema dell’industria musicale è… beh, qualche gruppo finlandese ha guadagnato 30 cent ma la canzone è stata ascoltata da più gente. Se le cose vanno così le case discografiche affonderanno o avranno difficoltà. Chi farà gli album? Chi pagherà per quello se nessuno pagherà per gli album? Ma quindi ancora le cose stanno cambiando. Come…ci sono persone che comprano solo una canzone dell’album. Quindi non penso che l’album completo, questo pacco di musica sia ancora così grande. Solo per…fan veramente irriducibili. È uno spreco perché un album è una cosa bella. Il potere delle canzoni quando le ascolti in tutto l’album è come “una sensazione di grande canzone” che tiene le canzoni assieme.
 
Domanda: Cosa dici a proposito della notizia che in futuro volete produrre tutto in digitale?
Lauri: La cosa è…ci saranno ancora cd? Guarda il mercato delle pulci. Nessuno li vuole più comprare perché è solo un pezzo di plastica. Ho bisogno di averlo come…qui sul mio iPod.

Notizie simili
Lauri Ylönen
Progetti paralleli

Testo di “Because Of You”

6 Mar 2011
The Rasmus
Messaggi dai The Rasmus & Management

Interviste per il nuovo dvd live

12 Dic 2008
Nalle
Media / Messaggi dai The Rasmus & Management

Pubblicato il terzo episodio di Nalle › Bollettino dai The Rasmus

15 Mag 2008
Ultime notizie