In questa pagina potete vedere alcuni video dalla conferenza stampa tenuta nella città di Ekaterinburg, terza tappa del Monsters Of Rock; i The Rasmus sono nel secondo video dall’alto (grazie a Vinci per la segnalazione).
 
Poi, poco prima del concerto, la radio russa 100.6 FM ha mandato in onda un’intervista con Lauri realizzata presumibilmente alcune settimane fa.
La registrazione dell’intervista può essere scaricata da questo link (grazie a Belarus love The Rasmus!) e di seguito c’è la sua traduzione:
 
Intervistatore: Ciao!
Lauri: Qui Lauri, il cantante.
 
Intervistatore: Oh, Lauri, sei tu? Non ci avrei mai sperato che fosse così semplice telefonarti. Qui è Fadej da Ekaterinburg. Vorrei farti alcune domande, se non è un problema per te.
Lauri: Ok, vai pure!
 
Intervistatore: Per iniziare, ti ho chiamato al cellulare. Dove ti ho trovato?
Lauri: Sono stato in palestra, mi sono alzato alle sette di mattina e fatto un po’ di esercizi. Qualche volta dormo ancora la mattina presto, qualche volta vado fuori in barca con Eero, il bassista. Andiamo a pescare assieme prima che qualcuno sia sveglio, sai, siamo i primi ad essere fuori alle cinque del mattino. Questo sembra come un bisogno di vivere la mia vita, faccio cose diverse ogni giorno.
 
Intervistatore: E succede così, quindi cosa ti occupa quando hai del tempo libero?
Lauri: Beh, qualche volta viaggio, prendo la mia chitarra e ci vado in giro assieme, mi fa sentire bene. L’ultima volta sono stato a Venezia, un posto bellissimo, è stato divertente andarci, ed è stato molto d’ispirazione.
 
Intervistatore: Che ricordi ti vengono in mente quando arrivi in Russia?
Lauri: La Russia è uno dei paesi migliori, è bene per i The Rasmus, abbiamo così tanti fan qui; penso siamo già stati in Russia cinque volte, e ora abbiamo qualche data assieme agli Scorpions ed Alice Cooper, e sono veramente pieno d’orgoglio per questo tour perché sono stato un grande fan di questi potenti gruppi, 15 anni fa quando abbiamo messo assieme il gruppo.
 
Intervistatore: Volevo solo chiederti, per te, il rock-n-roll è vivo oggi?
Lauri: E’ molto vivo! Penso che la musica rock sia ancora quella più venduta al mondo. Qualche volta penso che l’hip-hop e cose di quel genere siano al di sopra, ma nel grande quadro penso la musica rock è l’unica cosa che veramente si rafforza anno dopo anno.
 
Intervistatore: Già che ci siamo vorrei chiederti a proposito del “fenomeno finlandese”. Perché pensi che la musica rock finlandese è talmente estesa che è senza senso compararla con quella di altri paesi europei?
Lauri: Forse in Finlandia le persone non sono così interessate alla moda. Penso in Svezia, ad esempio, ci sono un sacco di persone che sanno che tipo di musica dovresti ascoltare al momento, quali sono le hit e cosa è bello, ma in Finlandia le persone sono un po’ infantili, ci piace ascoltare le vecchie cose e forse quello è il segreto.
 
Intervistatore: Ben detto! Lauri, mi sembra che chiunque salga su un palco voglia mandare un messaggio al mondo, l’idea base della creatività. Cosa lasci al pubblico, cosa gli vuoi dire?
Lauri: Le persone devono decidere se seguire i loro sogni o avere un lavoro reale ed una normale vita regolare. Quindi il mio scopo è come: devi vivere i tuoi sogni e pensare che non sta succedendo tutto a te, intendo a te stesso, quanto con chi lavori.
 
Intervistatore: Bene! State preparando qualche sorpresa per i fan russi?
Lauri: Sì, stiamo cercando di suonare un sacco di canzoni perché abbiamo già rilasciato sette album, e stiamo cercando di suonare almeno una canzone da ogni album. Sarà una bella sorpresa.
 
Intervistatore: E sai, ero ai vostri precedenti concerti a Ekaterinburg ed ogni volta hai cantato in russo. Se non sbaglio, la canzone era kalinka-malinka. Conosci altre canzoni russe?
Lauri: Beh no, non molte veramente, ma penso che la tradizione musicale delle canzoni finlandesi fatte negli ultimi 100 anni è molto comune con la melodia russa, decisamente alle persone piace lo stesso tipo di melodie malinconiche.
 
Intervistatore: Lauri, non riesco a trattenermi da una domanda che fanno sempre i russi agli stranieri: cosa sai della Russia?
Lauri: Beh, sono interessato all’architettura ed è molto difficile per me ricordare i nomi dei palazzi, i bellissimi palazzi che sono stati costruiti in Russia, ed è uno dei miei hobby segreti: mi interesso un po’ di architettura e quando sono in viaggio per il mondo compro libri di architettura, e la Russia ha dei palazzi veramente belli.
 
Intervistatore: E’ stato interessante vedere la Russia dai tuoi occhi, potresti scrivere un libro sull’architettura? E cosa ti piacerebbe dire ai fan in Ekaterinburg?
Lauri: Sì, spero di vedervi tutti al concerto, abbiamo bisogno di molto supporto perché suoneremo assieme ad Alice Cooper e agli Scorpions, quindi vogliamo vedere quanti fan del gruppo ci sono.
 
Intervistatore: Non dimenticarti che io sono uno di quelli! Collegandomi a questo, il punto principale: ai due concerti dei The Rasmus a cui c’ero, sfortunatamente non abbiamo potuto vedere le famose piume sulla tua testa. Le rivedremo questa volta?
Lauri: Sì, sono tornate, ci saranno questa volta.
 
Intervistatore: Bene. Era la mia ultima domanda.
Lauri: Oh ok, grazie, è stata una bella chiacchierata. Ci vediamo al concerto, ciao ciao.

Notizie simili
Lauri Ylönen
Progetti paralleli

I The Rasmus di nuovo al lavoro da giugno

18 Mar 2013
Aki Hakala
Media / Messaggi dai The Rasmus & Management

Altre foto! › Bollettino da Aki

4 Feb 2008
Ultime notizie
Messaggi dai The Rasmus & Management / Pubblicazioni
Dead Letters Fan Edition uscirà il 6 settembre
18 Giu 2019
The Rasmus Hellofasite
Intervista esclusiva con Eero
30 Gen 2019
Messaggi dai The Rasmus & Management / Pubblicazioni / Tour
I The Rasmus suoneranno Dead Letters in tour
29 Gen 2019