Qui potete vedere una bella intervista con Eero e Lauri sulla radio tedesca Radio Fantasy.
 
Di seguito potete leggerne la traduzione:
 
Speaker: E’ un po’ più caldo qui rispetto alla Finlandia?
Lauri: Beh qui si sente ancora che è estate, ma in Finlandia è già autunno. Sta diventando veramente freddo.
 
Speaker: Percepite il cambiamento delle temperature o state 24 ore al giorno con l’aria condizionata?
Lauri: Beh, oggi abbiamo passato quasi tutto il giorno in macchina andando da una città all’altra, ma sembra che qui sia ancora estate.
 
Speaker: Cinque anni fa In The Shadows è stato un grande successo qui in Germania, avevi i capelli neri.
Lauri: Uh?
Eero (ride): Avevi i capelli neri.
Lauri: Si avevo i capelli neri e ora ho i capelli bianchi.
 
Speaker: Perché?
Lauri: Sono Gandalf Il Bianco ora.
 
Speaker: tu sei?
Lauri: Gandalf Il Bianco.
 
Speaker: Ah, ok… C’è qualcuno nella vostra vita a cui guardate per prendere ispirazione?
Eero: Oh, questa è una domanda interessante, penso che quando sei giovane e hai molte ambizioni hai anche molti idoli a cui fare riferimento e per noi erano i Metallica, Nirvana, forse Red Hot Chilli Peppers, e penso che questi gruppi siano ancora degli idoli per noi. Abbiamo appena ascoltato un paio delle nuove canzoni dei Metallica e sembrano molto energetiche.
 
Speaker: Il nuovo singolo è “Livin’ In A World Without You”, chi è il “tu” della canzone?
Lauri: Beh…la canzone parla di alcuni fatti tragici…e non mi va di parlarne troppo, è una canzone che dà speranza, l’idea della canzone è abbastanza positiva, come lasciarsi alle spalle un brutto passato e ricominciare tutto nuovo da capo; E l’abbiamo scritta solo 4 mesi fa a Berlino, è stata l’ultima canzone scritta dell’album, buffo che abbia finito per essere il primo singolo estratto, ma penso che questa canzone fosse qualcosa che mancasse al cd, tiene compatte tutte le altre ed è una canzone molto importante.
 
Speaker: Quindi il “tu” non è una persona, non è proprio una persona?
Lauri (ride): Diciamo che lo è, non mi va di spiegare troppo, di stare troppo su questa canzone.
 
Speaker: Avete collaborato con gruppi finlandesi come Him e Apocalyptica, c’è nient’altro di simile in programma?
Lauri: Beh, ho cantato un duetto con la cantante dei Nightwish, Anette Olzon, e la canzone uscirà più avanti probabilmente, magari in qualche edizione speciale dell’album. E’ una bella canzone, molto “cinematografica”, starebbe bene in un film, ma in qualche modo non si adattava all’album, sembrava ne spezzasse l’armonia così l’abbiamo lasciata fuori e la faremo uscire separatamente.
 
Speaker: C’è in programma qualche collaborazione con qualche gruppo tedesco?
Lauri: Non conosciamo molti gruppi tedeschi, cioè li conosco, ma non personalmente. A volte li incontri nei bar, ti ubriachi e vengono fuori idee folli tipo “Facciamo una canzone insieme”, forse se conoscessimo qualche gruppo in questo modo sarebbe più facile.
Eero: E poi ci piace suonare in tour con altri gruppi, ora faremo un tour in Finlandia con altri 2 artisti, sarà divertente andare in tour con altri gruppi, sarebbe bello farlo anche con qualche gruppo tedesco per esempio.
 
Speaker: Le ragazzine lanciano la biancheria intima sul palco, e voi?
Eero: Si.
Lauri: Si, e lanciano queste rose nere.
 
Speaker: Ah, il vostro ultimo album.
Lauri: Si, è il titolo dell’album, abbiamo ricevuto talmente tante rose negli anni scorsi, quindi è come un collegamento con i fan quello di intitolare l’album “Black Roses”.
 
Speaker: Rose vere, quindi fanno male.
Lauri: Si, hanno le spine. Ma non so come fanno, essendo rose vere, forse con dell’inchiostro.
 
Speaker: Qual è stato il momento più doloroso/orribile e quello più divertente sul palco?
Eero: Sul palco?
 
Speaker: Si.
Lauri: Ci sono stati un sacco di momenti orribili, una volta un ragazzo ha lanciato un coltello e mi ha colpito al collo.
 
Speaker: Non è stato divertente.
Lauri: Per niente, è stato uno dei momenti più dolorosi e orribili. Ma comunque succedono un sacco di cose mentre suoni dal vivo, è tutto così spontaneo, non sai mai cosa succederà poi.
Eero: Si, ho appena ricordato un momento buffo quando una volta c’era questa fan davvero fanatica nella prima fila e noi le abbiamo detto “Ok, ora noi suoniamo e tu vieni sul palco e canti la canzone per noi” e questa ragazza era tutta stralunata stile “Dove sono?” che cercava di stringere il microfono.
Lauri: E una volta un nostro amico stava facendo le frittelle sul palco e le offriva al pubblico.
 
Speaker: Che musica ascoltate?
Lauri: Mentre venivamo qui stavamo ascoltando un sacco di concerti live, i Muse alla Wembley Arena, i Led Zeppelin con quei assoli di batteria lunghi 10 minuti, cos’altro… Jimi Hendrix in un live del 1969 in Svezia a Stoccolma.
 
Speaker: Per lo più con molte chitarre.
Lauri: Sì erano tutti video nel computer del nostro tecnico delle chitarre, comunque ascoltiamo un sacco di cose, ma i live sono sempre belli.
Eero: Anche qualche canzone tipica tedesca tutto il tempo, almeno una o due canzoni.
 
Speaker: Davvero?
Lauri: Si.
 
Speaker: Per esempio?
Eero: “Bavaria sto arrivando…Bavaria sto arrivando…” conosci questa canzone?
 
Speaker: No.
Eero: Neanche io. (ridono)
 
Speaker: Avete qualche rituale prima di ogni concerto?
Eero: Dopo ogni concerto ci laviamo i piedi con acqua frizzante, ed è molto bello, dovresti provarci se hai avuto una giornata di lavoro pesante, vai a casa e ti lavi i piedi con acqua frizzante.
Lauri: Forse con l’apfelschorle (è soda e succo di mela).
Eero: Sì anche, potrebbe andare, è un po’ appiccicoso però…l’acqua è meglio.
 
Speaker: Ma non bevetelo dopo.
Eero: Sì, non bevetelo.
 
Speaker: Ok, grazie ai The Rasmus.
Eero&Lauri: Grazie.
 
Speaker: Grazie per essere stati qui e sarete i benvenuti la prossima volta, ciao!
Eero&Lauri: Ciao!

Notizie simili
Ultime notizie
Messaggi dai The Rasmus & Management / Pubblicazioni
Dead Letters Fan Edition uscirà il 6 settembre
18 Giu 2019
The Rasmus Hellofasite
Intervista esclusiva con Eero
30 Gen 2019
Messaggi dai The Rasmus & Management / Pubblicazioni / Tour
I The Rasmus suoneranno Dead Letters in tour
29 Gen 2019